Ristrutturare il bagno per disabili e anziani

Postata da

In presenza di anziani o disabili, gli interventi di ristrutturazione del bagno devono tenere in considerazione le esigenze di maggior sicurezza dettate da una ridotta capacità motoria, che non deve però impedire una piena fruibilità degli spazi, nel totale rispetto della privacy individuale.

Interventi di ristrutturazione del bagno per disabili e anziani

Quando si pianifica un intervento di ristrutturazione di un bagno destinato ad essere fruito da un anziano o un disabile, occorre anzitutto tenere in considerazione la possibilità che stiano già facendo o faranno uso di una sedia a rotelle. Qualora dunque la porta d’accesso al bagno non possedesse un varco adeguato per consentire l’ingresso della carrozzina, si dovrà procedere ad una sua sostituzione, eventualmente optando per un modello a scomparsa, che permetterà di guadagnare larghezza nella parete.

Sarà utile prevedere la sostituzione del pavimento preesistente, soprattutto se in ceramica porcellanata, con delle piastrelle sottoposte ad opportuno trattamento antiscivolo, che, aumentando l’attrito, riducono i rischi di caduta anche in presenza di acqua o condensa a terra.

Nella distribuzione dei sanitari e dei diversi complementi d’arredo, è necessario lasciare al centro uno spazio libero sufficiente affinché la persona possa manovrare autonomamente la carrozzina (almeno 100 cm dall’asse dei sanitari) e destinare ogni parete a rivestire una sola funzione, in maniera tale che possa spostarsi facilmente tra i diversi servizi.

Nella parete destinata ad ospitare i sanitari andranno installati il wc ed il bidet: è opportuno orientarsi su esemplari sospesi, che non soltanto risultano di minor ingombro, ma possono inoltre essere posizionati ad un’altezza superiore rispetto ai tradizionali modelli a terra, così da consentire un più semplice utilizzo a chi ha problemi di deambulazione. Se le dimensioni del bagno sono particolarmente ridotte si potrà fare a meno del bidet, posizionando accanto al vaso un apposito miscelatore con doccetta flessibile.

idroscopino01

Sulla parete opposta alla porta d’ingresso andrà posizionato il lavabo, che sarà così facilmente raggiungibile dall’anziano ogni qualvolta reputi necessario lavarsi le mani, senza costringerlo a compiere più manovre con la sedia a rotelle. Per consentire il passaggio delle gambe, il lavabo andrà posto a circa 80 cm da terra, prediligendo i modelli con bordo sagomato ed anatomico: sono invece da escludere i lavabi con mobile.

Specchio

 

 

Sopra il lavabo si potrà posizionare uno specchio, meglio se dei modelli studiati apposta per disabili, con una corretta inclinazione per consentire una piena visione sia da seduti che da stanti.

Per facilitare la mobilità dell’anziano o del disabile, specie per l’appunto se costretti a servirsi dell’ausilio di una sedia a rotelle, è necessario lasciare il più possibile libera la superficie del bagno, evitando di ingombrare gli spazi a disposizione con mobili od altre suppellettili non indispensabili: all’interno del locale si potrà prevedere l’impiego di armadietti con porte a scomparsa, dove si riporranno asciugamani puliti e prodotti per l’igiene personale, avendo l’accortezza di impiegare i cassetti più bassi con gli oggetti d’uso comune e riservare invece le scansie più alte delle colonne, non raggiungibili dal disabile, per riporre le scorte.

Sempre nell’ottica di guadagnare spazio, sarebbe da preferirsi l’illuminazione a soffitto, scegliendo lampade di una potenza adeguata a garantire una corretta visibilità anche ad anziani con problemi di vista, e appendiabiti a parete, relegando gli attaccapanni a terra alla zona giorno od alla camera da letto.

In prossimità dei servizi igienici e della doccia risulta particolarmente efficace il fissaggio degli appositi maniglioni, che offrono un robusto supporto alle persone, che hanno difficoltà ad alzarsi da sole o a rimanere in piedi durante le operazioni di lavaggio: presso il wc si potrà inoltre prevedere l’inserimento di un campanello d’emergenza a cordicella, che non dovrà infine mancare nell’area doccia, così da poter essere azionato in caso di caduta o per altre necessità.


Rinnovare la vasca da bagno

Se l’ambiente da ristrutturare dispone di una tradizionale vasca da bagno, è necessario prevederne la sua sostituzione: sono diverse le proposte oggi in commercio, in grado di rendere più agevole fare il bagno per anziani o persone con difficoltà motorie, come le vasche con sportello e quelle con sedile motorizzato.

Vasca sportello

Le vasche con sportello, disponibili sia per l’installazione ad angolo sia a parete, sono realizzate in vetroresina e consentono di entrare e uscire agevolmente attraverso l’ampia apertura frontale a tenuta di sicurezza, che garantisce dalle accidentali fuoriuscite di acqua quando la vasca sia in uso o già piena d’acqua. Prive di spigoli vivi o nicchie, le vasche con sportello sono dotate di pavimento antisdrucciolo che evita le cadute, mentre la seduta è per lo più rialzata e parzialmente inclinata indietro per assicurare la massima stabilità durante l’utilizzo. Alcuni modelli sono forniti di optional aggiuntivi, come l’idroterapia o l’ozonoterapia, ideali per chi soffre frequentemente di malattie alle alte vie aeree, problemi circolatori o affaticamento muscolare.

670_0_3879227_359892I sedili motorizzati vengono invece direttamente installati sulla vasca già in uso: grazie al telecomando permettono di accedere senza alcuna difficoltà al bagno, evitando inoltre pericolose cadute in caso di pavimento bagnato. Sono particolarmente indicati qualora la vasca venga usata da più persone, poiché in caso di necessità la rimozione del sedile è molto veloce e chi vuole effettuare il bagno in una normale vasca non dovrà far altro che riporlo all’esterno.

Infine per rispondere alle diversificate esigenze che può incontrare un nucleo famigliare composito, una valida alternativa è rappresentata dalle cabine doccia multifunzione, con piatto doccia a filo pavimento, che rimuove ogni barriera architettonica, doppia apertura verticale per permettere alla persona che assiste l’anziano o il disabile dall’esterno di evitare di bagnarsi, fondo antiscivolo a garanzia di caduta e a scelta maniglioni di sostegno o sedili d’appoggio. Per chi predilige questa soluzione, diverse aziende offrono la possibilità di personalizzare le misure del piatto doccia, così da ricoprire interamente completamente lo spazio in precedenza occupato dalla vasca senza che si renda necessario sostituire tutte le piastrelle.

 

I commenti sono chiusi.